Progetto Scuole 2014

Facebook

Facebook Image


Amici della Musica
PDF Stampa E-mail

La Stagione Concertistica 2014


SABATO 22 NOVEMBRE, ORE 17.00

FOLIGNO, SALA VIDEO AUDITORIUM SAN DOMENICO

LUIGI  NONO
90° della nascita 1924 - 2014


E VOI, O MOBILI STELLE, MIRATE A ME

Luigi Nono o dell’infinito possibile
ascolti, immagini, parole
con
Sandro Cappelletto
Francesco Prode
Alvise Vidolin

«Amo l’errore, cioè il tentativo: la storia è piena di tentativi per forzare, per rompere le regole del gioco, fino a ribellioni, a rivolte, a nuovi inizi, a nuovi cammini, anche di solitudine quotidiana. Istintivo mi si scatena l’esser contro il tragico quotidiano...».

Luigi Nono: le sue utopie e le sue creazioni; i suoi silenzi e le sue grida; il suo guardare il futuro sentendo sempre il fascino del passato e delle sue scoperte. Nell’incontro che precede la prima esecuzione a Foligno di ... sofferte onde serene..., le sue parole, le sue immagini, gli ascolti di alcuni suoi lavori, intendono ripropor­ re e far percepire l’intatta energia del compositore veneziano (1924-1990), una delle personalità eminenti della musica del nostro tempo. Persuaso che «la musica resterà sempre una testimonianza degli uomini che affrontano coscientemente il processo storico».

Sandro Cappelletto

Ingresso libero

 


 

DOMENICA 23 NOVEMBRE, ORE 17.00

FOLIGNO, AUDITORIUM SAN DOMENICO

Francesco Prode pianoforte

Alvise Vidolin regia del suono

(nella foto Francesco Prode)

Robert Schumann
Sonata n. 1 in fa diesis minore op. 11

Giorgio Colombo Taccani
Controra
prima esecuzione assoluta

Luigi Nono
sofferte onde serene…
per pianoforte e nastro magnetico (1976)

Vivo questo concerto come un viaggio dell’uomo al suo interno. Schumann e Nono due esploratori contemporanei assolutamente innovativi. La Sonata op. 11 irrompe con la sua molteplicità di conte­nuti, irrefrenabili pensieri in continuo mutamento, inafferrabili pro­prio come l’animo umano. Così in Nono il “suono” viene trattato come l'animo umano con le sue infinite, cangianti sfaccettature indagate con l’elettronica che serve a vivificare aspetti del suono altrimenti non udibili ma comunque preesistenti, manipolando un materiale musicale registrato al pia­noforte da Maurizio Pollini a cui il pezzo è dedicato. Con Colombo Taccani, tra i maggiori compositori con­ temporanei, mi piace pro­ porvi un nuovo pezzo in prima esecuzione assoluta, traccia sicura di un linguag­gio del nostro tempo.

Francesco Prode

Ingressi: intero € 10,00; ridotto € 7,00; soci € 5,00
Prevendita: il giorno del concerto presso il botteghino dell’Auditorium San Domenico dalle ore 15.00, oppure online sul sito www.amicimusicafoligno.it.
La sede dell’Associazione (Largo Frezzi, 4) è aperta - anche per i tesseramenti - il martedì e il giovedì dalle 10.30 alle 12.30. Tel./fax 0742 342183.

Scarica la locandina

Compra online:

Prodotto
mobili-stelle
Prezzo/Unita'
10,00 EUR
Q.ta'
Tipologia biglietti



Concerto di chiusura Stagione Concertistica 2014

 

MERCOLEDì 10 DICEMBRE, ORE 21.00

FOLIGNO, AUDITORIUM SAN DOMENICO

GRANDI SOLISTI

Desirée Rancatore soprano
Marco Scolastra
pianoforte

 

Gioacchino Rossini

La promessa, L’invito, L’orgia da Soirées musicales

Gaetano Donizetti

“Al dolce guidami” da Anna Bolena

“So anch’io la virtù magica” da Don Pasquale

“Il faut partir” da La figlia del reggimento

Charles Gounod

“Je veux vivre dans ce reve” da Roméo et Juliette

Giuseppe Verdi

“Ave Maria” da Otello

“Grave a cor innamorato” da Un giorno di regno

“Non so le tetre immagini” da Il corsaro

Gaetano Donizetti

Scena della pazzia da Lucia di Lammermoor

 

Palermitana, star della lirica nel repertorio lirico-leggero, Desirée Rancatore è riconosciuta a livello internazionale per l’assoluto dominio della coloratura e dei sovracuti unito a un grande temperamento di Artista.

Una straordinaria carriera costellata di grandi successi: il debutto diciannovenne al Festival di Salisburgo, l’impervia Semele in Europa riconosciuta di Salieri per la riapertura della Scala nel 2004 (dir. Muti), le tante Lucia, Gilda, la recente Traviata a Montecarlo, Madrid, Vienna, Muscat, Palermo.
Per la prima volta a Foligno, Desirée Rancatore chiude la nostra Stagione Concertistica con un programma misto e “golosissimo”: dalle perle da camera rossiniane delle Soirées musicales, al belcanto purissimo dei Capuleti, dalla frizzante Norina, all’agilità e intensità drammatica di Violetta.

 

Enti Sostenitori

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Chi è online

 6 visitatori online